tempomindfulness nasce dall’idea di un medico-psichiatra-psicoterapeuta-professore universitario e un ex dirigente di banca, due mondi agli antipodi. Si sono incontrati e hanno iniziato a percorrere e condividere insieme un meraviglioso viaggio in continua evoluzione…il loro intento è quello di condividerlo assieme a tanti altri.  Questa è la versione semplificata della storia dei fondatori Gherardo e Lorenzo.  La loro esperienza nel campo della mindfulness, delle professioni di aiuto, della ricerca e del mondo del lavoro sono il cuore di ciò che tempomindfulness offre.

In un mondo in cui sempre più ogni cosa (anche l’acqua di prima necessità) rischia di essere comprata e registrata con un marchio, in un mondo in cui sempre più i corpi delle persone (e dunque la loro stessa vita) sono in vendita, la mindfulness non può avere un ™ ed è per ricordare costantemente questa sua connaturata ed intrinseca disponibilità per chiunque che il progetto che qui viene presentato ha assunto il nome di tempomindfulness () ove TM non sta ovviamente per “trade mark” ma, appunto, per “tempo mindfulness”.

Il tempomindfulness (™) non appartiene a nessuno: non a una persona, ad un gruppo, ad una istituzione. Non ci può essere un , un marchio registrato, che definisca una proprietà esclusiva della mindfulness.

Questa pratica di consapevolezza è una qualità umana universale e appartiene quindi ad ogni persona che si impegna nel praticarla e a farla diventare la propria modalità di essere. È in questo modo che si può ridurre la propria e l’altrui sofferenza (o disagio o stress che lo si chiami) e ritrovare la vitalità e l’energia smarrite.

Il tempomindfulness è alla portata di tutti coloro che si impegnano nella gentile disciplina che è necessaria per mantenersi presenti nel succedersi dei momenti della vita, buoni, cattivi o neutri che siano.

il tempomindfulness è il tempo del momento in corso, quello in cui accade qualcosa mentre il tempo scorre : è il presentarsi di un nuovo stato delle cose, che si vive in un momento di consapevolezza.

il tempomindfulness è il momento in cui si presenta una possibilità e bisogna decidere se conviene coglierla o lasciarla andare: la possibilità è lì davanti a noi e la mindfulness ci aiuta a fare la scelta migliore, con la mente e con il cuore.

Talvolta succede che persone parlando della loro praticano dicano: “non so se praticare fa per me perché resto presente a me stesso solo per un momento…”: ma cosa altro potremmo proporci se non di essere consapevolmente presenti proprio in questo momento e poi in questo e poi in questo… Momento dopo momento, senza cercare di ricordare se siamo stati consapevoli nel momento che è appena trascorso e senza domandarci se riusciremo ad essere presenti nel prossimo momento che non è ancora arrivato.

Il tempo della mindfulness è quello dei momenti: quanti?

E chi può saperlo… forse tanti quanto un minuto, forse tanti quanto un giorno, forse tanti quanti una vita.

E questo essere consapevoli, questo essere, non è una alternativa al fare ma anzi è l’unico modo perché il fare non sia guidato da attaccamento, avversione o ignoranza, non sia cioè reattivo ma attivo rispetto alle circostanze della vita. Infatti soltanto se riusciamo ad essere quanto più pienamente attenti a quanto sta veramente accadendo nelle nostre vite che possiamo adeguatamente rispondere, e non reagire, alle sfide dell’ambiente: in tal modo la pratica della mindfulness, diventa tutt’uno con l’adeguatezza della comprensione, della concentrazione, del pensiero, della parola, dell’azione, dell’impegno nonché della nostra capacità di vivere nella concretezza la vita quotidiana.

Ogni singolo momento che in cui restiamo consapevoli è un momento di vita guadagnato: durante una condivisione tra le persone presenti ad una serata di pratica di mindfulness, una persona intervenne dicendo che aveva smesso di preoccuparsi di dover praticare ogni giorno per un tempo prestabilito: certamente cercava di mantenere fisso un spazio di tempo durante la giornata ma si era reso conto ogni momento che poteva praticare ra un momento buono” se mi capitano 5 minuti in cui praticare me li prendo perché non è poi sicura che magari non salti poi il tempo che avevo stabilito: quindi meglio prendere questi 5 minuti o anche questi 2 minuti, intanto porto a casa questi  poi se riuscirò a farcela anche a praticare nel tempo che mi ero prefisso, meglio ancora..!”. Ecco: intanto portiamo dunque a casa anche un singolo momento di presenza nella nostra vita, prendiamoci del tempomindfulness, poi si vedrà.

tempomindfulness  è un progetto che intende proporre pratiche di consapevolezza che consentano alle persone di vivere consapevolmente (e quindi efficacemente attrezzati) ogni aspetto della propria realtà esistenziale, dalla dimensione affettiva a quella del lavoro, sia nelle condizioni del benessere sia in quelle dell’eventuale disagio psichico/fisico.

Espandere la creatività, sviluppare intelligenza emotiva, prendersi cura di sé… queste ed altri sono differenti espressioni  per descrivere lo stesso processo di trasformazione che può assumere forme di attuazioni diverse, su misura per ogni persona

tempomindfulness  intende relazionarsi secondo una prospettiva di aperta collaborazione con associazioni, gruppi o singole persone impegnate nella diffusione delle pratiche di consapevolezza in differenti contesti. L’obiettivo è mantenere la propria identità ma senza perseguire da una logica associativa disgiuntiva per stabilire invece forme creative di alleanza a seconda dei contesti, delle circostanze e degli eventi.

LORENZO COLUCCI è Presidente, co-fondatore e membro del consiglio direttivo di tempomindfulness.

Ha lavorato per oltre vent’anni in posizioni manageriali per conto di primarie banche di affari sulle piazze di Londra e di Milano.  Dopo aver lasciato il mondo della finanza si è dedicato allo studio della mindfulness e alle sue applicazioni in diversi ambiti.  Ha collaborato allo sviluppo di progetti per aiutare managers e dipendenti a meglio gestire lo stress, a fare emergere risorse sommerse quali l’intuito e a migliorare il proprio livello di consapevolezza.

Conduce regolarmente il programma MBSR (Mindfulness Based Stress Reduction) oltre ad incontri di mindfulness.  Da una decina di anni segue un proprio percorso di pratica meditativa.

Si è formato alla conduzione del programma MBSR presso l’Oasis Institute del Center for Mindfulness in Medicine, Healthcare and Society della Facoltà di Medicina della Università del Massachussetts e presso il Centro Italiano Studi Mindfulness (CISM) di Roma.

 

GHERARDO AMADEI è co-fondatore e membro del consiglio direttivo di tempomindfulness.

È medico, psichiatria e psicoanalista della I.A.R.P.P. (International Association for Relational Psychoanalysis and Psychotherapy).

È  professore associato presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, dove è direttore della Scuola di Specializzazione in Psicologia del Ciclo di Vita.

Si è formato alla pratica della mindfulness presso l’Oasis Institute del Center for Mindfulness in Medicine, Health Care and Society della Università del Massachusetts. Il suo ultimo libro “Mindfulness, essere consapevoli” è edito da il Mulino. 

 

ALESSANDRA BIAGI è tesoriere e membro del consiglio direttivo di tempomindfulness. 

È dottore commercialista e revisore contabile.  Si occupa di consulenza in materia societaria, di controllo di gestione e analisi di business plan.  Ricopre inoltre incarichi in numerosi collegi sindacali, sia in qualità di presidente che di sindaco effettivo.  È praticante di mindfulness.

Il MIN, Mindfulness Italia Network, è un coordinamento di associazioni che promuovono la Mindfulness come strumento di crescita personale, di sviluppo professionale e di impegno etico per favorire un vivere consapevole.

In questa prospettiva le associazioni centro italiano studi mindfulness, centro per la mindfulness motus mundi e tempomindfulness sono interessate all’applicazione e alla diffusione della Mindfulness e delle pratiche atte a coltivare tale attitudine mentale.

Il MIN sostiene e condivide la diffusione della conoscenza, della ricerca scientifica e l’utilizzo in ambito psicoterapeutico, medico, sociale, educativo ed aziendale di iniziative teorico-esperienziali fondate su interventi Mindfulness-Based, e in particolare sul programma MBSR – Mindfulness Based Stress Reduction. Questo protocollo scientifico sviluppato dal Center for Mindfulness della Medical School della University of Massachusetts (U.S.A.) verso la fine degli anni ’70, viene proposto e applicato con lo spirito originario e l’intenzione dei fondatori Jon Kabat-Zinn e Saki Santorelli.

In parallelo alla dimensione applicativa, il Network si fa carico di promuovere sia in ambito nazionale che internazionale, la ricerca scientifica attivata negli Usa relativamente all’integrazione mente-corpo, sostenendo studi e ricerche sugli effetti psicofisici delle pratiche di Mindfulness.

Questi obiettivi sono elaborati tramite l’organizzazione di seminari, corsi, ritiri formativi ed esperienziali, iniziative di ricerca e convegni che consentono l’integrazione delle conoscenze scientificamente più interessanti in campo teorico e applicativo.

Il nostro impegno, pertanto, è unire le forze, le esperienze e la passione di clinici, ricercatori, professionisti e tutti coloro che credono in questo percorso di ricerca, nella convinzione che condividere, aprirsi ed essere rete, costituiscano la via maestra per realizzare progetti significativi.

http://www.mindfulnessitalianetwork.it/